giovedì 24 marzo 2022

Un semplice intervento per evitare oltre 120mila euro di perdite

A volte per recuperare una situazione di forte calo di produzione di un impianto fotovoltaico non sono necessari interventi onerosi. Comprendere le cause del malfunzionamento attraverso un’analisi approfondita è il primo cruciale passaggio per intervenire rapidamente e con successo, come accaduto per un impianto sito in Casale Monferrato (AL).

Ecotechno Impianti ha eseguito un check up dell’impianto da 64 kWp, installato sulla copertura di un fabbricato industriale nel 2011 ed incentivato in Secondo Conto Energia. A parte un elevato grado di sporcamento dei pannelli, non erano stati rilevati moduli rotti o con difetti estetici. L’esame termografico aveva invece evidenziato la presenza di hot spot.

In sede di sopralluogo era poi stata riscontrata una stringa completamente ferma (I = 0A); altre due stringhe risultavano in funzione ma con anomali valori di tensione Mppt (circa 10 V a carico). Si è pertanto ritenuto necessario condurre un’ulteriore indagine per individuarne le cause.

Riguardo invece i due inverter, tralasciando le stringhe che presentavano problemi, da una prima analisi è risultato che i convertitori stessero lavorando correttamente in base alla potenza applicata.

L'analisi della produzione dell'impianto

Come di consueto, i tecnici sono poi passati al confronto tra la produzione attesa dell’impianto ed i reali valori rilevati. Sono stati a tal fine presi in considerazione i dati di produzione comunicati dal Distributore al GSE e, ove mancanti o non attendibili, quelli riportati nelle dichiarazioni di consumo trasmesse all’Agenzia delle Dogane - per l’anno 2014 non è stato possibile eseguire l’analisi data la mancanza di entrambi. 

L’analisi ha evidenziato che le produzioni in generale presentavano elevati scostamenti rispetto ai valori di stima, in particolare il picco negativo del 31,6 % raggiunto per l’anno 2017. Considerando la tariffa incentivante riconosciuta, pari a 0,443 €/kWh, è stato possibile valorizzare l'energia persa negli 8 anni di vita dell'impianto: la perdita economica ammontava a circa 53.000 € rispetto a quanto attesa, se cioè l'impianto fosse stato correttamente funzionante.

Sono stati calcolati anche gli importi che il proprietario dell'impianto ha perso causa mancata contribuzione dell'energia attraverso il meccanismo di Scambio Sul Posto (5.000 €) e la spesa per acquisto di energia dalla rete, sulla base delle quote di autoconsumo rilevate (7.400 €).

Al momento dell'intervento di Ecotechno Impianti il proprietario dell'impianto aveva già perso 65.000 € che, in mancanza di interventi, a fine conto energia - ventesimo anno di vita dell'impianto - sarebbero saliti a 190.000 €.

I motivi delle perdite

La causa principale era stata identificata nel malfunzionamento delle stringhe fotovoltaiche rilevato in sede di sopralluogo, le quali rappresentavano, da sole, circa il 17% dell’intero generatore fotovoltaico (3 stringhe su un totale di 18).

È stato considerato, inoltre, l’elevato grado di sporcamento dei pannelli, in grado di incidere in maniera importante sulle performance globali di impianto, oltre al fisiologico decadimento prestazionale dei moduli fotovoltaici in genere, che contribuisce a diminuire, in modo lieve ma costante nel tempo, le prestazioni complessive del generatore fotovoltaico. 

Evidentemente la presenza di un sistema di monitoraggio remoto in grado di misurare in tempo reale il funzionamento di stringhe e inverter avrebbe permesso di individuare tempestivamente l’anomalia ed evitare perdite così rilevanti.


Ecotechno Impianti ha quindi effettuato una serie di interventi per la risoluzione delle criticità riscontrate e per il miglioramento delle performance dell’impianto fotovoltaico. 

Il ripristino delle stringhe fotovoltaiche non funzionanti

Al fine di ridurre al minimo le perdite di produzione si è proceduto rapidamente al ripristino delle stringhe non funzionanti. 
Sono state condotte verifiche accurate sul generatore fotovoltaico che hanno riscontrato la presenza di guasti sui collegamenti, realizzati in origine con poca cura e materiali scadenti. In particolare nel quadro CC i puntalini sui cavi di stringa erano crimpati in maniera non corretta, con sezioni errate.

I tecnici avevano inoltre rilevato porzioni di cavi di stringa bruciate e corrose in corrispondenza dei giunti testa-testa, nella canalina metallica. Anche i connettori utilizzati per collegare i cavi di stringa agli inverter non erano crimpati correttamente.



Con la sola sostituzione dei componenti, che ha richiesto un paio di giorni di lavoro, l'impianto ha ripreso a produrre a pieno regime, come verificato tramite misuratore curva I-V.

Il contratto di gestione e manutenzione

Il proprietario dell'impianto ha poi stipulato con Ecotechno Impianti un contratto di gestione e manutenzione finalizzato ad ottimizzare le prestazioni e tenerle costantemente sotto controllo.

Manutenzione programmata e lavaggio impianto con indagine termografica 

Sono stati programmati interventi periodici comprensivi di operazioni di lavaggio moduli, manutenzione ordinaria (controllo stato di componenti e apparecchiature, serraggio morsetti, ecc.), pulizia delle apparecchiature (filtri e dissipatori) per garantire l’efficienza globale dell’impianto fotovoltaico. 

Per l’impianto in oggetto inoltre, vista la presenza di hot spot sui moduli fotovoltaici installati a ridosso dei supporti per la linea vita, si è deciso di effettuare termografie con cadenza annuale al fine di mantenerne monitorato lo stato e prevenire eventuali fenomeni di eccessivo degrado e/o rottura degli stessi.

Gestione amministrativa delle pratiche relative all’impianto

È stato inoltre stipulato un contratto per la gestione di tutte le pratiche tecnico-amministrative relative all’impianto, al fine di garantire il corretto espletamento degli adempimenti relativi ai rapporti con enti quali il GSE, il Gestore di rete locale, il Fornitore di energia elettrica, l’Agenzia delle Dogane, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

Tali operazioni sono fondamentali per assicurare la regolarità nell’accreditamento delle somme previste dalla vendita dell’energia e dal sistema di incentivazione.

Scopri il servizio di Gestione Impianti Fotovoltaici

Installazione di sistema di monitoraggio remoto in grado rilevare da remoto il funzionamento degli inverter 

L’impianto non era dotato di un sistema di monitoraggio remoto in grado di analizzare nel dettaglio il funzionamento dei convertitori e generare segnalazioni di stato o allarme per eventuali malfunzionamenti. 

Pertanto per far rendere al meglio l’impianto e prevenire episodi di mancata produzione prolungata è stato implementato un sistema in grado di consentire la verifica giornaliera del corretto funzionamento delle apparecchiature.

La vicenda di questo impianto fotovoltaico dimostra la crucialità di mantenere costantemente monitorato il funzionamento del sistema, perché il danneggiamento e l'errata installazione di componenti anche di scarso valore può compromettere gravemente la producibilità e causare ingenti perdite economiche.

Fortunatamente in casi come questi, con un investimento di alcune centinaia di euro è stato possibile recuperare la funzionalità senza ulteriori danni.

Ecotechno impianti - Efficienza energetica, Energie rinnovabili

Ecotechno Impianti srl a socio unico
Capitale sociale € 60.000 i.v.
C.F./P.IVA 02706760184

Privacy Policy

contatti

Viale Romera, 4 - 27050 Torricella Verzate (Pavia)
0383 896298

Richiedi preventivo